Credito in cassa: la Lombardia sblocca un milione di euro per i pagamenti delle imprese

accesso al credito

Credito InCassa” è la  misura straordinaria finalizzata allo smobilizzo dei crediti scaduti vantati dalle imprese lombarde nei confronti degli Enti Locali.
Possono presentare domanda per l’agevolazione le piccole,  medie e grandi imprese con sede legale o operativa in Lombardia.
Con questa operazione la Regione Lombardia sblocca un milione di euro per le imprese.

Sono ammissibili i crediti certi, liquidi ed esigibili scaduti al momento della presentazione della domanda di importo minimo pari a 10.000 euro e di importo massimo pari a:

  • 1.300.000 euro per i crediti verso le Province e i comuni capoluogo di Provincia;
  • 750.000 euro per i Comuni e le Unioni dei Comuni lombardi

Laddove l’impresa all’atto della presentazione della domanda, assuma specifico impegno a liquidare a sua volta i propri sub-fornitori i limiti sono pari a:

  • 1.500.000 euro per i crediti verso le Province e i Comuni capoluogo di Provincia;
  • 950.000 euro per i crediti verso i Comuni e le Unioni di Comuni.

 

L’iniziativa è così strutturata:

  • Cessione pro-soluto dei crediti delle imprese verso gli Enti Locali;
  • Contributo abbattimento oneri a favore delle imprese nella misura di 0,75 punti percentuali a valere sull’onerosità dell’operazione di cessione pro-soluto del credito;
  • Garanzia dell’80% sul singolo credito. La garanzia interviene a copertura delle prime perdite derivanti dal mancato pagamento da parte degli Enti locali debitori degli importi dovuti alla società di factoring;
  • Fondo di controgaranzia a copertura delle prime escussioni del Fondo di garanzia.

Le imprese interessate possono presentare domanda di partecipazione a partire dal 30 settembre 2013 esclusivamente tramite procedura on-line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *