Finanziamenti per le PMI: la guida di AFME

Finanziamenti PMI, AFME (The Association for Financial Markets) ha pubblicato la guida Raccolta di Finanziamenti per le Piccole e Medie Imprese Europee. Una guida pratica al reperimento di finanziamenti tramite prestiti, obbligazioni e capitale per informare le PMI sulle diverse fonti di finanziamento disponibili, comprese quelle meno note.

AFME è un’Associazione costituita da un gruppo di banche operanti nei cinque Paesi più grandi dell’Unione Europea e con questa guida mira a incentivare le imprese a usufruire anche dei canali non bancari per accedere a finanziamenti in Europa. Oltre a spiegare le diverse risorse disponibili, la guida illustra anche quali sono le scelte migliori in base alle proprie esigenze di business attraverso veri e propri casi di studio, fornisce consigli su dove e come richiedere i finanziamenti ed elenca molte delle organizzazioni e dei programmi nazionali e pan-europei che sostengono le PMI.

Simon Lewis, chief executive di AFME, scrive nella prefazione: “La guida aiuterà molti imprenditori del continente a prendere decisioni informate in merito alla tipologia di finanziamento più idonea per la loro azienda. I prestiti erogati da banche e “non banche”, incluse le forme di finanziamento alternative, quali credito su fatture, trade finance, leasing e l’emissione di obbligazioni per le PMI più grandi, nonché l’emissione di capitale azionario – IPO, capitale di rischio, private equity, piattaforme P2P e crowdfunding – sono tutte soluzioni che possono soddisfare i fabbisogni di contanti delle aziende esistenti e in crescita.”

Finanziamenti PMI, temi trattati nella guida

Opzioni di finanziamento tramite prestiti:

Prestiti di banche e non banche: Ogni finanziatore ha la propria politica di gestione dei rischi nonché sistemi diversi per il calcolo dei rischi di un prestito. Tali politiche rispecchiano le opinioni proprie del finanziatore e i requisiti delle autorità di vigilanza e terranno in considerazione una serie di fattori, quali il settore, lo stadio di crescita e la disponibilità di capitale proprio o garanzie. Si consiglia di rivolgersi a più finanziatori e poi decidere piuttosto che sceglierne uno solo e rischiare il rifiuto.

Leasing / finanziamenti su macchinari: Con il finanziamento tramite leasing, la società finanziatrice (il “locatore”) acquista un bene (ad esempio veicoli, attrezzature IT, stampanti, immobili, strumentazioni mediche) e la PMI (il “locatario”) può utilizzare il bene per tutta la durata del contratto di leasing. Il locatario versa periodicamente un canone di locazione per l’utilizzo del bene e ha facoltà di acquistarlo al temine del leasing. Il bene viene effettivamente utilizzato come garanzia del prestito, consentendo condizioni di finanziamento più favorevoli che per un prestito non garantito.

Finanziamenti mediante anticipi su fatture: Con il credito su fatture, il provider di finanziamento presta a una PMI una percentuale concordata del valore delle fatture emesse ai relativi clienti e assume il controllo di tutte le fatture in essere a garanzia del prestito. Con il factoring, al contrario, il provider del finanziamento acquista direttamente (a sconto) le fatture in essere della società. I finanziamenti mediante anticipi su fatture sono generalmente più costosi dei prestiti tradizionali.

Trade finance: Per molte società, la possibilità di iniziare a commerciare con clienti e fornitori stranieri costituisce una tappa importante del piano aziendale. Per molti settori, tipicamente, i nuovi mercati più interessanti si trovano all’estero. Ma intraprendere l’attività di esportatore può essere un percorso costoso e dall’esito incerto. Gli strumenti sono: lettere di credito, raccolte documentali, garanzie internazionali, prestiti pre-spedizione e prestiti commerciali.

Prestiti peer-to-peer e crowdfunding: I finanziatori peer-to-peer (P2P) e le piattaforme di crowdfunding sono un nuova fonte di finanziamento, ancora in fase iniziale ma in crescita. Le piattaforme P2P mettono in collegamento i finanziatori/investitori privati con i prestatari senza necessità di passare attraverso una banca. Le piattaforme di crowdfunding generalmente riuniscono un numero elevato di investitori, ognuno dei quali conferisce importi di capitale più esigui, e sono più spesso associate ai finanziamenti tramite capitale azionario che ai finanziamenti mediante prestiti.

Emissioni obbligazionarie per le PMI più grandi:

Le PMI più grandi possono raccogliere capitale di debito mediante l’emissione di obbligazioni pubbliche o il collocamento privato di obbligazioni, che danno accesso a bacini di capitale più ampi e profondi rispetto ai prestiti.

Le obbligazioni possono essere:

  • Quotate o non quotate
  • Garantite o non garantite
  • Con rating o prive di rating

Le grandi PMI che necessitano di finanziamenti tramite obbligazioni possono considerare i collocamenti privati paneuropei (PEPP).

Le società italiane possono emettere obbligazioni e “commercial papers” sul mercato MOT, il principale mercato regolamentato di Borsa Italiana, accessibile agli investitori sia istituzionali sia retail. Le obbligazioni possono inoltre essere emesse sul mercato ExtraMOT PRO, riservato agli investitori professionali.

Raccolta di capitale:

Familiari e amici: Per molte delle società più giovani, amici e familiari rappresentano la fonte di finanziamento tramite capitali più prontamente disponibile. Molte attività di successo sono state lanciate con questo tipo di finanziamento. È particolarmente importante, in quanto poter disporre di una solida base di capitali dall’inizio, conferita da persone che hanno una relazione con il fondatore, accresce fortemente le possibilità di sopravvivenza di una nuova azienda.

Equity crowdfunding: Analogamente al crowdfunding di debito, le piattaforme di crowdfunding azionario hanno conosciuto una grandissima diffusione negli ultimi anni. Nell’ambito di queste piattaforme, i soggetti privati (individui, club e società) possono acquisire partecipazioni azionarie in altre società. Poiché si tratta di una forma di finanziamento nuova, il contesto normativo è ancora in fase di evoluzione.

Angel investor: Si tratta di facoltosi investitori privati, o gruppi di investitori privati, spesso già imprenditori e uomini d’affari di successo, che decidono di investire il proprio capitale in aziende più piccole, spesso operanti nei settori in cui hanno già esperienza, alle quali possono apportare valore aggiunto mediante il mentoring dei dirigenti o la presentazione delle opportunità disponibili.

Capitale di rischio e private equity: I fondi di capitale di rischio (venture capital, VC) e i fondi di private equity (PE) sono specializzati nell’investimento nel capitale di aziende non quotate in borsa, raccogliendo finanziamenti significativi tra gli investitori istituzionali, e talvolta i singoli investitori, a supporto dei loro fondi. I fondi VC investono in società che si trovano nelle fasi iniziali del loro sviluppo e presentano un forte potenziale di crescita. Solitamente ricoprono ruoli attivi nelle società in cui investono, tipicamente collaborando alla messa a punto della strategia. I fondi PE Growth (di “crescita”) investono in società relativamente mature, e in misura minore nelle PMI, che richiedono finanziamenti addizionali al fine di espandersi, di penetrare nuovi mercati o di finanziare un’acquisizione.

Quotarsi in borsa: In Francia, in Germania, in Spagna, in Italia e nel Regno Unito, oltre 1500 società sono quotate su mercati “junior” e rappresentano quasi 126 miliardi di euro di capitalizzazione di mercato. La guida fornisce informazioni utili su requisiti, processo e tempistica della procedura di quotazione.

 

Scarica qui la guida completa

 

 

Ulteriori informazioni

@GoldenGroupBO

 

Scrivi qui la tua migliore email per avere altre preziose informazioni:*  
 
Controllo anti-spam*
Inserisci nel campo i seguenti caratteri.
captcha
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Cliccando sul bottone acconsenti al trattamento dei dati da te forniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *