Bandi Regione Lombardia: 45 milioni per imprese e professionisti

Bandi Regione Lombardia, nel quadro del POR FESR 2014-2020 la Regione ha stanziato 45 milioni di euro rispettivamente per due interventi:

  • Iniziativa ‘Smart Fashion and Design‘, Asse I – Azione I.1.B.1.2 (15 milioni di euro);
  • Linea ‘Intraprendo‘ a favore della creazione d’impresa, Asse III – Azione 3.A.1.1 (30 milioni di euro).

Bandi Regione Lombardia: Smart Fashion and Design

L’iniziativa promuove la realizzazione di progetti di sviluppo sperimentale, innovazione e disseminazione dei risultati afferenti alle aree individuate della Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione (S3).

Possono presentare domanda le aggregazioni composte da almeno 3 soggetti tra imprese (grandi o MPMI) dei comparti servizi, commercio e manifatturiero in partnership tra loro o, facoltativamente, con organismi di ricerca e università.

I progetti devono avere ricadute effettive e comprovate sulla filiera della moda e del design, e riguardare una macro-tematica tra le aree di specializzazione individuate dalla S3:

  • eco-industria
  • industrie creative e culturali
  • industria della salute
  • manifatturiero avanzato
  • mobilità sostenibile
  • Smart Cities and Communities.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto.

Le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 del 15 giugno 2016 fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

Bandi Regione Lombardia: Intraprendo (ex Start e Re-Start)

Obiettivo della linea Intraprendo è stimolare l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego, con particolare attenzione alle attività intraprese da giovani e da soggetti over 50 usciti dal mondo del lavoro oppure da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico o imprese che hanno già un investitore.

Possono aderire all’iniziativa:

  • micro, piccole e medi imprese (incluse le Società tra Professionisti – STP) iscritte e attive al Registro delle Imprese, da non più di 24 mesi, con sede operativa in Lombardia (corrispondente all’unità locale indicata in visura camerale);
  • persone fisiche con l’impegno all’iscrizione al Registro delle Imprese entro un massimo di 90 giorni dal decreto di concessione dell’agevolazione, con sede operativa in Lombardia (corrispondente all’unità locale indicata in visura camerale);
  • liberi professionisti, che abbiamo avviato l’attività da non più di 24 mesi e che abbiano eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni della Lombardia;
  • persone fisiche iscritte ad ordini professionali o associazioni riconosciute dal MISE, che intendono avviare l’attività professionale entro massimo di 90 giorni dal decreto di concessione dell’agevolazione e che abbiano eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni della Lombardia.

L’agevolazione consiste in uno strumento combinato composto da un contributo a fondo perduto (10% dell’agevolazione concessa) ed un finanziamento a tasso zero (90% dell’agevolazione concessa).

Con successivo provvedimento, la Regione definirà a breve i termini per la presentazione delle domande.

 

 

Ulteriori informazioni

@GoldenGroupBO

 

Scrivi qui la tua migliore email per avere altre preziose informazioni:*  
 
Controllo anti-spam*
Inserisci nel campo i seguenti caratteri.
captcha
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Cliccando sul bottone acconsenti al trattamento dei dati da te forniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *