Agenda digitale fondo crescita sostenibile per lo sviluppo di tecnologie

Agenda digitale, fondo per la crescita sostenibile in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie, dell’informazione e della comunicazione elettronica.

Il presente decreto disciplina le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore di progetti di ricerca e sviluppo:
a. Di rilevanti dimensioni;
b. Coerenti con le finalità dell’Agenda digitale italiana;
c. Finalizzati a sfruttare al meglio il potenziale delle ICT per favorire l’innovazione, il risparmio, la crescita economica, la crescita occupazionale e la competitività, ottenendo vantaggi socio-economici sostenibili grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili;
d. In grado di esercitare un significativo impatto sullo sviluppo del sistema produttivo e dell’economia del Paese, avvalendosi dell’impiego di specifiche tecnologie abilitanti fondamentali, così come definite nell’ambito del Programma Horizon 2020.

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione nel territorio italiano di attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, strettamente connesse tra di loro in relazione all’obiettivo previsto dal progetto, finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti o processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali e con adeguate e concrete ricadute sui settori applicativi.

Tecnologie abilitanti dell’Informazione e della Comunicazione Elettroniche (ICT)

a. Tecnologie per la nano-elettronica e la fotonica;
b. Tecnologie per l’innovazione di sistemi di comunicazione ottica e senza fili;
c. Tecnologie per l’Internet delle cose;
d. Tecnologie per l’innovazione della virtualizzazione delle piattaforme, delle infrastrutture e dei servizi digitali;
e. Tecnologie per la valorizzazione dei dati su modelli aperti e di grandi volumi;
f. Tecnologie per l’innovazione dell’industria creativa, dei contenuti e dei media sociali;
g. Tecnologie per la sicurezza informatica.

Settori applicativi
Salute e assistenza;
Formazione e inclusione sociale;
Cultura e turismo;
Mobilità e trasporti;
Energia e ambiente;
Monitoraggio e sicurezza del territorio;
Modernizzazione della pubblica amministrazione;
Telecomunicazioni;
Fabbrica intelligente.

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente decreto i seguenti soggetti:
a. Le imprese che esercitano un’attività industriale diretta alla produzione di beni o di servizi o un’attività di trasporto per terra, per acqua o per aria, ivi comprese le imprese artigiane;
b. Le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
c. Le imprese che esercitano le attività ausiliarie in favore delle imprese di cui alle lettere a) e b);
d. I centri di ricerca con personalità giuridica;
e. I soggetti di cui alle lettere a), b), c) e d) definiti imprese start-up innovative.

Le agevolazioni sono concesse nella forma del finanziamento agevolato per una percentuale compresa tra il 50% e il 70% nominale delle spese ammissibili. Tale percentuale deve essere coerente con quanto risulta dall’attestazione del merito di credito della Banca finanziatrice presentata unitamente alla domanda di agevolazioni. Il Finanziamento agevolato è concedibile solo in presenza di un Finanziamento bancario erogato dalla Banca finanziatrice nella misura minima del 10% del Finanziamento, approssimata attraverso un arrotondamento per eccesso al primo numero intero senza decimali (a titolo esemplificativo, nel caso in cui il Finanziamento agevolato sia pari al 70% delle spese ammissibili il Finanziamento bancario deve essere almeno pari all’8% delle spese ammissibili).

Tempistica 

La domanda di accesso alle agevolazioni finanziarie deve essere presentata dalle ore 10,00 del 26 Ottobre 2016. (Valutazione a sportello fino ad esaurimento fondi)

Le attività per la predisposizione delle domande possono essere avviate dai soggetti proponenti a partire dalle ore 10,00 del 12 Ottobre 2016.

Ulteriori informazioni

@GoldenGroupBO

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *