Spid, il sistema pubblico di identità digitale: dal 20 luglio anche fatturazione elettronico

Spid, il sistema pubblico di identità digitale, a partire dal 20 luglio 2016 consentirà l’accesso anche al servizio gratuito di fatturazione elettronica messo a punto da InfoCamere, la società informatica delle Camere di commercio, e già utilizzato da oltre 62mila imprese. E’ quanto prevede una collaborazione siglata tra l’Agenzia per l’Italia digitale e l’Unioncamere, a nome di tutte le 99 Camere di commercio italiane.

Con il sistema di identità digitale, il servizio di fatturazione elettronica diverrà accessibile anche dai dispositivi mobili

> ed assicurerà piena complementarietà tra attività di ufficio, dove per lo più si utilizza la Carta nazionale dei servizi e la firma digitale, e tablet, dai quali sarà possibile compilare online le fatture elettroniche, oppure da smartphone, attraverso il quale si potranno controllare le notifiche sulla presa in carico delle fatture e dei pagamenti.

Entro la fine del mese, poi, diverranno accessibili con lo Spid anche i servizi erogati dai 3.300 Sportelli unici per le attività produttive telematici, accessibili attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it, frutto della collaborazione tra Camere di commercio e Comuni.

SPID – Il nuovo sistema di accesso ai servizi online che nasce per semplificare il rapporto tra cittadini, imprese e pubblica amministrazione

– permette di accedere con credenziali uniche ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati che aderiranno.
Esistono tre tipologie di identità SPID, ciascuna delle quali corrisponde ad un crescente livello di sicurezza. Il sistema SPID assicura la piena protezione dei dati personali, tutela la privacy e scongiura la profilazione degli utenti.
Al fine di migliorare l’usabilità dei servizi e l’esperienza utente, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha definito un’identità grafica coerente che garantisce la standardizzazione delle interfacce per l’accesso ai servizi online tramite SPID.

SPID – sito ufficiale 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *