Contributi per innovazione digitale nelle PMI dell’Umbria

La regione Umbria ha pubblicato il bando 2017 per l’Innovazione digitale nelle PMI, finanziato con € 500.000,00 a valere sulle risorse di cui al POR FESR 2014-2020 – Asse I – attività 1.1.1.
Sono previste due distinte assegnazioni settoriali di risorse pari al 50% del budget previsto secondo le seguenti specifiche:
• Artigianato, Commercio, Turismo;
• Industria, Servizi, altri settori.

L’intervento, allo scopo di sostenere l’innovazione delle piccole e medie imprese attraverso l’utilizzo dell’ICT, prevede la concessione di contributi per l’acquisizione di servizi digitali in modalità Cloud Computing e per lo sviluppo dell’e-commerce.
Di seguito sono riportate le indicazioni relative ai soggetti beneficiari, alle caratteristiche degli investimenti e alle modalità di finanziamento.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto concesso a titolo de minimis nella misura del 70% della spesa complessivamente ritenuta ammissibile in sede di valutazione, con le seguenti eventuali maggiorazioni:
• del 3% per progetti che prevedano un impatto in termini di incremento occupazionale (da dichiarare in sede di presentazione della domanda di agevolazione e dimostrare in sede di rendicontazione).
• del 2% per progetti che prevedano un impatto in termini di integrazione del mainstreaming di genere e di non discriminazione, adeguatamente descritto, concreto e verificabile (da dichiarare in sede di presentazione della domanda di agevolazione e dimostrare in sede di rendicontazione). La maggiorazione spetta alle imprese che possono dimostrare:
o prevalente composizione femminile sia al momento della presentazione della domanda che alla data di rendicontazione;
o acquisizione o possesso di certificazione SA 8000 in corso di validità alla data di rendicontazione dell’intervento agevolato;
o assunzione con contratto a tempo indeterminato di personale femminile nell’ipotesi in cui tale assunzione determini un reale
o incremento occupazionale.

L’agevolazione non è cumulabile con altre provvidenze comunitarie, nazionali, regionali o comunali richieste per lo stesso progetto ad eccezione del caso di agevolazioni fiscali aventi carattere di generalità ed uniformità su tutto il territorio nazionale. E’ consentita la presentazione di domande riguardanti progetti per i quali sia stata presentata domanda a valere su altri strumenti di agevolazione, purché l’impresa si impegni formalmente a rinunciarvi qualora la domanda medesima sia ammessa alle agevolazioni di cui al presente bando.

La presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni è strutturata in due fasi con le seguenti tempistiche:
• compilazione della domanda di ammissione alle agevolazioni a partire dalle ore 10:00 del 4 maggio 2017
• invio della domanda di ammissione alle agevolazioni a partire dalle ore 10:00 del 24 maggio 2017 e fino alle 12:00 del 31 maggio 2017.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda di ammissione alle agevolazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *