Contributi per il sostegno e lo sviluppo delle MPMI

Il Fondo Centrale di Garanzia sostiene lo sviluppo delle Piccole e Medie Imprese Italiane concedendo una garanzia pubblica a fronte di finanziamenti concessi dalle Banche anche per investimenti all’estero.

Sono ammissibili alla Garanzia Diretta le operazioni finanziarie direttamente finalizzate all’attività d’impresa, secondo modalità e criteri specifici in relazione alle tipologie di operazioni di seguito indicate:

a. le Operazioni di durata non inferiore a 36 mesi;
b. le Operazioni di anticipazione dei crediti verso la P.A.;
c. le Operazioni sul capitale di rischio;
d. le Operazioni di consolidamento delle passività a breve termine su stessa banca o gruppo bancario di qualsiasi durata;
e. le Operazioni a favore delle piccole imprese dell’indotto di imprese in amministrazione straordinaria di durata non inferiore a 5 anni;
f. le Altre operazioni finanziarie;
g. le Operazioni di sottoscrizioni di mini bond;
h. le Operazioni di microcredito;
i. gli Investimenti in quasi-equity;
j. le Operazioni Nuova Sabatini.

Beneficiari

Sono ammissibili alla Garanzia Diretta i soggetti beneficiari finali che svolgono una qualsiasi attività economica.

Tipo di Sovvenzione

La Garanzia Diretta può essere concessa fino alla misura massima dell’80% dell’ammontare delle operazioni finanziarie a favore dei seguenti soggetti:
 Soggetti beneficiari finali aventi sede legale e/o sede operativa nelle Regioni del Mezzogiorno;
 Imprese femminili;
 Soggetti beneficiari finali di operazioni a valere sulla Riserva PON, Riserva POIn Attrattori, Riserva POIn Energia e relative sottoriserve;
 Imprese di autotrasporto;
 Imprese ubicate in Aree di crisi;
 Start up innovative e Incubatori certificati;
 MPMI beneficiarie DM 17/10/2016

L’importo massimo garantito è pari a:
a) euro 2.500.000,00 per:
 Operazioni sul capitale di rischio;
 Operazioni a valere sulla Riserva PON;
 Operazioni a valere sulla Riserva POIn Attrattori;
 Operazioni a valere sulla Riserva POIn Energia e relative sottoriserve;
 Start-up innovative e incubatori certificati;
 Operazioni di anticipazione dei crediti verso la P.A.;
 Operazioni finanziarie di durata non inferiore a 36 mesi;
 Investimenti in quasi-equity;
 Operazioni Nuova Sabatini;
 MPMI beneficiarie DM 17/10/2016.
b) euro 1.500.000,00 per:
 Operazioni di consolidamento delle passività a breve termine su stessa banca o gruppo bancario di qualsiasi durata;
 Operazioni a favore delle piccole imprese dell’indotto di imprese in amministrazione straordinaria di durata non inferiore a 5 anni;
 Altre Operazioni finanziarie;
 Operazioni di sottoscrizione di mini bond.

Tempistica

Le nuove disposizioni che riformano la modalità di valutazione delle imprese ai fini dell’accesso al fondo si applicheranno a decorrere dalla data di pubblicazione di un successivo decreto ministeriale di approvazione che potrà essere emanato a partire dal 1° gennaio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *