Emilia Romagna: contributi per progetti e percorsi di internazionalizzazione delle reti d’impresa

contributi reti di impresa per internazionalizzazione

contributi reti di impresa per internazionalizzazione

Contributi ai progetti di reti di impresa che favoriscono i percorsi di internazionalizzazione e penetrazione dei mercati esteri.
La Regione Emilia-Romagna, promuove l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, anche artigiane, attraverso la realizzazione di eventi e progetti organici di promozione finalizzata alla penetrazione dei mercati esteri, l’erogazione di servizi informativi e di assistenza, il sostegno alle azioni promozionali da realizzarsi principalmente in forma aggregata.
L’agevolazione prevista consiste in un contributo fino ad una misura massima corrispondente al 50% della spesa ritenuta ammissibile.

I progetti devono favorire percorsi di internazionalizzazione su mercati internazionali che, tramite l’aggregazione, possono aumentare la competitività sul mercato delle imprese in rete.

Il progetto deve essere coerente con le finalità e le strategie di sviluppo di medio lungo termine della rete d’imprese. A questo scopo il proponente dovrà illustrare anche gli obiettivi e le azioni che la rete intende sviluppare realisticamente nell’arco di almeno 3 anni nel paese scelto.

Il Contratto di Rete dovrà essere costituito entro il 25 Ottobre 2013.

Non appena il contratto di rete sarà registrato, la capofila dovrà comunicare al Responsabile del procedimento numero e data di registrazione e numero di repertorio dell’atto entro e non oltre il 31 ottobre 2013.

BENEFICIARI
Possono presentare domanda di contributo le reti di imprese costituite da un minimo di 3 imprese con sede legale in Emilia-Romagna e fra loro assolutamente indipendenti, ovvero non devono essere tra loro associate o collegate, né avere soci in comune.

SPESE AMMESSE
a) Spese di consulenza esterna;
b) Spese relative al “manager di rete”;
c) Spese di consulenza esterna inerenti la ricerca in comune di partner commerciali o industriali;
e) Spese di consulenza esterna relative alla costituzione e gestione di centri comuni di servizi di vendita, controllo e certificazione di qualità, assistenza post-vendita, formazione, logistica.
f) Costi relativi all’acquisto di spazi espositivi;
g) Costi per l’affitto di sale, show room, uffici di rappresentanza a favore della rete;
j) Costi per la realizzazione, ed eventuale protezione, della marca (brand) unitaria, identificativa della rete.
k) Sono ammesse anche le spese del personale interno dipendente da una o più delle imprese della rete;

Ai fini dell’ammissibilità, il progetto deve obbligatoriamente prevedere l’incarico ad un manager di rete secondo le modalità esterne alla rete di cui al punto b) o interne alla rete k).

TEMPISTICA
La domanda potrà essere presentata entro e non oltre le ore 18.00 del 27 settembre 2013.

Ulteriori informazioni:
CONTATTACI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *