Reti d’impresa: oltre 3000 nuovi contratti per innovazione e competitività (dati in infografica)

Reti d’impresa, uno strumento sempre più utilizzato per rafforzare la posizione sui mercati nazionali ed internazionali.
Secondo InfoCamere, la società che gestisce il patrimonio informativo delle Camere di Commercio, sono stati stipulati oltre 3000 nuovi contratti di rete tra imprese volti a creare nuove sinergie.
Il contratto di rete è un istituto innovativo  che consente un modello di collaborazione tra imprese per la realizzazione di progetti ed obiettivi condivisi.
Sono molteplici i vantaggi: aggregarsi e costituire una rete d’impresa consente di aumentare la crescita dimensionale preservando l’autonomia giuridica ed operativa delle diverse imprese che si aggregano

L’obiettivo è incrementare insieme  la capacità innovativa e la competitività sul mercato.

In un’infografica a cura di INFOCAMERE i dati sullo stato dell’arte dell’utilizzo dei contratti di rete in Italia negli ultimi dodici mesi.

info_camere

Nello schema normativo del Contratto di rete è previsto che le parti prima predispongano un programma di rete – ossia un piano generale d’azione volto ad accrescere la capacità innovativa e la competitività – e poi diano esecuzione concreta alle attività previste nel programma.

Tali attività possono essere di tre tipi:
COLLABORAZIONE tra le parti in ambiti attinenti l’esercizio delle proprie imprese
SCAMBIO tra le parti di informazioni o di prestazioni di qualsiasi natura  (industriale, commerciale, tecnica e tecnologica)
ESERCIZIO IN COMUNE tra le parti di una o più attività rientranti nell’oggetto delle rispettive imprese.

Tutte le informazioni e le indicazioni sullo strumento Contratto di Rete, sono disponibili sul sito creato ad hoc da Infocamere:

CONTRATTI DI RETE

Ulteriori informazioni

@GoldenGroupBO

 

[contact-form-7 id=”17501″ title=”Migliore indirizzo email”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *