Contributi rimozione amianto, bando dell’Emilia Romagna

Contributi rimozione amianto, bando dell’Emilia Romagna
Salve, sono un imprenditore emiliano e ho un capannone con parti in eternit. Ho visto il bando regionale per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto e vorrei capire se sono obbligato a farlo e, se sì, quali spese copre esattamente il bando.
Antonio

L’esperto Risponde
L’amianto friabile è molto pericoloso e, se presente in un edificio, il proprietario è obbligato per legge a comunicarlo all’Asl di riferimento e poi provvedere alla rimozione e allo smaltimento. In caso di amianto compatto la pericolosità è minore e non c’è obbligo di comunicazione a meno che l’edificio o il manufatto siano in condizioni di degrado; in questo caso bisogna rivolgersi a un tecnico abilitato per la valutazione del rischio e, se accertato, bisogna contattare una ditta specializzata per la rimozione.
Gli interventi ammissibili a contributo per gli ecoincentivi della Regione Emilia Romagna sono quelli relativi alla rimozione e smaltimento dell’amianto , mentre sono esclusi quelli che risultano obbligatori a seguito delle Autorità competenti.
Le spese ammissibili a contributo sono esclusivamente quelle connesse alle attività di rimozione e smaltimento. Non sono ammessi oneri relativi alla ricostruzione dei manufatti e quindi non devono essere riportati tra i costi previsti per l’intervento.
I lavori devono essere avviati dopo aver presentato la domanda di prenotazione on-line.
Per ulteriori informazioni clicca qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *