Lombardia: FRIM FESR – Ricerca Sviluppo e Innovazione

L’obiettivo generale del Bando consiste nel valorizzare e mettere a sistema le competenze strategiche e le eccellenze presenti sul territorio lombardo orientandole per fare emergere il grande potenziale, ancora non del tutto espresso, in ambito di ricerca e sviluppo e di favorire, in ultima analisi, la diffusione e l’utilizzo di nuove tecnologie da parte delle imprese, promuovendone il processo di innovazione e, conseguentemente, uno sviluppo duraturo e una crescita competitiva. Nello specifico, l’iniziativa persegue lo scopo di favorire l’innovazione basata su investimenti in ricerca e sviluppo da parte delle micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione, al fine di garantire ricadute positive sul sistema competitivo e territoriale lombardo.

I progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione dovranno riguardare le seguenti aree di specializzazione:

  1. Aerospazio
  2. Agroalimentare
  3. Eco-industria
  4. Industrie creative e culturali
  5. Industria della salute
  6. Manifatturiero avanzato
  7. Mobilità sostenibile

Beneficiari

Il presente bando si rivolge alle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) aventi sede operativa attiva in Lombardia o che intendano costituire una Sede operativa attiva in Lombardia entro e non oltre la stipula del contratto di Finanziamento.

Tipo di sovvenzione

Il bando prevede un Finanziamento a medio-lungo termine. Il Finanziamento può concorrere sino al 100% della spesa complessiva ammissibile del progetto con un finanziamento massimo pari a Euro 1.000.000,00. Sono ammissibili a Finanziamento, Progetti che comportino spese totali ammissibili per un importo non inferiore a Euro 100.000,00.

Il tasso nominale annuo di interesse applicato è fisso e pari allo 0,5%.

La durata del Finanziamento è compresa tra i 3 ed i 7 anni, di cui massimo 2 anni di preammortamento.

Tempistica

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 06 Giugno 2019. La Linea rimarrà aperta sino ad esaurimento della dotazione finanziaria e comunque non oltre il 31 marzo 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *