Basilicata incentivi per lo smart working

incentivo smart working

Dopo Lazio e Lombardia anche la Regione Basilicata sta per pubblicare un bando per incentivare la diffusione dello smart working: saranno concessi aiuti nella forma di contributo a fondo perduto a coloro che hanno attivato o attiveranno interventi presso le proprie imprese.

Possono accedere alle agevolazioni le imprese operanti in tutti i settori produttivi, compresi i lavoratori autonomi e liberi professionisti.

Gli interventi a supporto dell’attuazione dei piani aziendali di smart working ammissibili ad agevolazione potranno riguardare:

  • l’acquisto di strumenti tecnologici e digitali finalizzati all’attuazione e implementazione del piano di smart working;
  • l’acquisizione di software e servizi innovativi da remoto e di supporto informatici finalizzati all’attuazione e implementazione del piano aziendale di smart working.

Finanziamenti

L’agevolazione è concessa sotto forma di un contributo a fondo perduto. L’intensità massima di aiuto è pari al 70% dei costi ammessi. Il calcolo del contributo massimo concedibile sarà determinato in funzione del numero di dipendenti per il quale è stato attivato lo smart working, fino a un importo massimo di 200.000 euro, nel periodo compreso tra il 1° marzo e il 31 luglio 2020.

Tempistiche

Lo sportello telematico sarà aperto a partire dalle 8.00 del 31° giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso pubblico sul BUR Basilicata e fino alle 20.00 dell’81° giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso pubblico sul BUR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *