In attesa la pubblicazione online con tutti i dettagli per partecipare

EMILIA/ROMAGNA: BANDO INTERNAZIONALE 2020: Confermate per l’anno in corso azioni a sostegno di percorsi di internazionalizzazione di imprese e territorio. Il sì viene direttamente da Sistema Camerale emiliano-romagnolo e la Regione Emilia-Romagna che intendono sostenere non solo le imprese in fase di “restart” delle attività e uscire dalla crisi sanitaria ed economica, ma anche nel traghettare tante realtà impegnate nell’export nel mondo del digitale e dei nuovi servizi offerti dal web (es: e-commerce internazionali, vetrine virtuali, marketplace, ecc.).

1 Milione di euro

l’ammontare dei fondi stanziati per il Bando INTERNAZIONALE 2020

Tempi di apertura

Il bando sarà aperto dal 22 giugno al 13 luglio ore 16.00!

Portata dei contributi per azienda

Il contributo sarà concesso, a saldo, a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili. Il contributo va da un minimo di 3.000 euro ( a fronte di spese complessive di 6.000 euro) ad un massimo di 20.ooo euro (a fronte di spese complessive pari a 40 mila euro).

A chi è rivolto?

Il bando è rivolto a imprese manifatturiere e di alcuni servizi connessi alla manifattura, esportatrici abituali o esportatrici occasionali e, in via secondaria, anche a imprese non esportatrici,  aventi sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna con un fatturato minimo di 300 mila euro, così come desunto dall’ultimo bilancio disponibile.

L’arco temporale per la realizzazione delle iniziative che potranno beneficiare dei contributi va dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020.

Che attività sono coperte dal bando?

Per partecipare l’impresa potrà presentare un solo progetto finalizzato a supportarle sui mercati internazionali (senza vincolo sul numero di Paesi target).
Le principali attività eleggibili sono:

  • attività formative, attività formative a carattere specialistico, anche di avvicinamento ai servizi digitali e virtuali (es.: gestione di business on line e di supporto all’inserimento nei marketplace);
  • attività di assistenza a carattere specialistico anche di avvicinamento ai servizi digitali e virtuali;
  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing (es.: predisposizione o revisione del sito internet dell’impresa in lingua straniera e pubblicizzazione tramite internet);
  • sviluppo di canali promozionali e commerciali digitali attraverso l’accesso a piattaforme di e-commerce internazionali (b2b e b2c);
  • posizionamento su piattaforme/marketplace/sistemi di smart payment internazionali per l’avvicinamento alla gestione di business on line;
  • partecipazione a fiere a carattere internazionale e a convegni specialistici a carattere internazionale esclusivamente in modalità virtuale;
  • protezione del marchio dell’impresa;
  • ottenimento delle certificazioni di prodotto;
  • TEM o Digital Export Manager;
  • b2b e b2c anche virtuali attraverso l’utilizzo di piattaforme digitali.

Modalità di presentazione delle domande

Ogni progetto dovrà essere presentato esclusivamente in modalità telematica tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it sezione “Servizi e-gov” alla voce “Contributi alle Imprese”.

LEGGI ANCHE: BOLOGNA FONDO PERDUTO PER RIPARTIRE