Trento e provincia: Contributi per Imprese di Autotrasporto

Trento e provincia

Per la zona di Trento e provincia sono disponibili contributi a favore di imprese nel settore dell’autotrasporto.

La misura è stata adottata per sostenere il pagamento dei salari di un numero di addetti, al fine di evitare il loro licenziamento a causa dell’epidemia Covid-19 e rispetto ai quali l’impresa si impegna a mantenere il posto di lavoro per un periodo di almeno 24 mesi.

 

Chi può fare domanda a Trento e provincia

 

Può presentare domanda ogni piccola o media impresa, ai sensi delle vigenti normative europee in materia. L’ attività prevalente deve essere autotrasporto cose per conto di terzi.

  • essere regolarmente iscritto all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto di terzi, senza vincoli e limiti, o alla Sezione Speciale per consorzi/cooperative, ed avere in disponibilità almeno due veicoli, ciascuno di peso complessivo a pieno carico superiore a 30 tonnellate;
  • avere sede legale o unità operativa nel territorio provinciale al 1° marzo 2020;
  • non avere procedure concorsuali alla data di presentazione della domanda;
  • aver registrato una riduzione del volume della tua attività nel periodo di osservazione ai fini della riduzione del fatturato almeno pari al 20% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente
  • avere un numero di addetti, nel corso dell’anno 2019, almeno pari a 2 unità lavorative annue (ULA).

Attenzione Il periodo di osservazione ai fini della riduzione del fatturato corrisponde a marzo-aprile 2020.

 

A quanto ammonta il contributo

 

La misura del contributo è pari a 2.700 euro per ciascun addetto che risulta iscritto a Libro Unico del Lavoro dell’Impresa per cinque mesi (150 giorni), anche non continuativi, nel periodo di riferimento marzo-agosto 2020 e che l’impresa si impegna a mantenere in forza per un periodo di almeno 24 mesi continuativi successivi ad agosto 2020.

Il contributo massimo che è possibile ottenere non può comunque superare i 100.000 euro

Attenzione
Nel caso di addetti iscritti nel Libro Unico del Lavoro dell’Impresa per un periodo inferiore ai cinque mesi nel periodo di riferimento marzo-agosto 2020, l’ammontare del contributo è rapportato al periodo di iscrizione a tale Libro Unico rispetto ai cinque mesi.

Non è possibile richiedere il contributo per gli addetti:

  • che hanno beneficiato nel periodo marzo-agosto 2020 di una cassa integrazione superiore ai 60 giorni;
  • che risultano iscritti nel Libro Unico del Lavoro dell’Impresa per meno di 60 giorni.

Obblighi

 

La concessione del contributo comporta, per il richiedente, i seguenti obblighi:

  • mantenere, per almeno 24 mesi continuativi dopo agosto 2020, un numero di addetti pari a quello rispetto cui si richiede il contributo. In questo periodo non è consentita la cassa integrazione
  • accettare ogni controllo, conservare e mettere a disposizione fino al 31 dicembre 2025 la documentazione attestante il possesso dei requisiti per l’accesso al contributo
  • comunicare tempestivamente alla struttura provinciale competente qualsiasi modificazione soggettiva o oggettiva rilevante ai fini della concessione dell’agevolazione o ai fini del mantenimento della stessa.

Termini e modalità di presentazione della domanda

 

Si può presentare, anche tramite un delegato, una sola domanda di contributo, entro il 31 ottobre 2020, mediante piattaforma informatica che sarà messa a disposizione dalla Provincia.

Scegli Golden Group per ottenere questo contributo e sostenere il tuo business!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *