900 mila euro € per l’innovazione: pubblicato il bando di Competence Center SMACT

INNOVAZIONE

SMACT scpa è la società costituita da 40 enti pubblici e privati per gestire il Centro di Competenza ad alta specializzazione del Triveneto, dedicato alle collaborazioni tra ricerca e impresa in ambito Industria 4.0.

5 TECNOLOGIE E AMBITI DI COMPETENZA

L’acronimo SMACT richiama le 5 tecnologie ambito di competenza del centro di competenza:

  • Social networks,
  • Mobile platforms & apps, dvanced Analytics and big data, Cloud computing, internet of Things.

Uno degli ambiti di lavoro di SMACT è promuovere la realizzazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, proposti da imprese.

CONTRIBUTO

Ogni impresa può presentare, in risposta al presente bando, al massimo 2 progetti. Come? in forma singola, come capofila o partner in caso di progetti aggregati. Nel caso un’impresa sia partner di più progetti approvati, il contributo massimo previsto per impresa è comunque pari ad € 100.000.

 L’importo complessivo delle risorse stanziate è pari ad € 900.000. Il Consiglio di Gestione di SMACT potrà aumentare tale somma. Questo in funzione del liberarsi nel tempo di risorse già stanziate ma non usufruite sul precedente bando di pari oggetto.

 SPESE AMMISSIBILI

Ai fini della quantificazione del sostegno economico sono ammissibili le seguenti spese:

  1. costi di personale: costi di ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati nel progetto, rendicontati al costo effettivo o per costi standard;
  2. costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto. Se gli strumenti e le attrezzature non sono utilizzati per tutto il loro ciclo di vita per il progetto, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto;
  3. costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne. Allo stesso modo costi per i servizi di consulenza utilizzati esclusivamente ai fini del progetto;
  4. spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto, fino al limite del 15% delle spese di cui al punto a), che dovranno essere rendicontate analiticamente o imputate con calcolo pro-rata secondo un metodo equo e corretto debitamente giustificato.

TEMPISTICA

I progetti dovranno essere inviati entro e non oltre le ore 14 del 24 novembre 2020.

 

 

NUOVA SABATINI: MODALITA’ PER RISCUOTERE IN UN’UNICA SOLUZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *