QUADRO TEMPORANEO: CIRCA 3MILA MILIARDI DI EURO NEGLI ULTIMI 7 MESI 

Per questo motivo Bruxelles, dopo aver sottoposto la proposta per consultazione agli Stati membri.

La Commissione ha ufficialmente approvato la proroga del Temporary framework per sei mesi, fino al 30 giugno 2021, e l’estensione della parte finalizzata a consentire misure di ricapitalizzazione per ulteriori tre mesi, fino al 30 settembre 2021.

 OBIETTIVI DELLA PROROGA

L’obiettivo della proroga è permettere agli Stati membri di sostenere le imprese nel contesto dell’attuale crisi determinata dalla diffusione del Covid-19, soprattutto laddove la capacità di sfruttare il Quadro temporaneo non si sia pienamente dispiegata finora, tutelando al contempo le condizioni di parità nel mercato interno.

Entro il 30 giugno 2021 la Commissione vaglierà la necessità di prorogare o adattare ulteriormente il regime temporaneo sugli aiuti di Stato.

Oltre alla proroga del regime attuale, Bruxelles ha previsto l’ampliamento dell’ambito di applicazione del Quadro temporaneo, per consentire agli Stati membri di contribuire anche ai costi fissi non coperti dalle entrate delle imprese.

La misura consente agli Stati membri di sostenere le imprese che subiscono un calo del fatturato durante il periodo ammissibile di almeno il 30% rispetto allo stesso periodo del 2019 a causa della pandemia di coronavirus. Il sostegno contribuirà a coprire una parte dei costi fissi dei beneficiari che non sono coperti dalle loro entrate, fino a un importo massimo di 3 milioni di euro per impresa.

Occorreranno ora le disposizioni attuative da parte del governo.

 

RICERCA INDUSTRIALE E UE:COME ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONI