IMPRESE DIGITALI 4.0 LA RIVOLUZIONE HA INIZIO

La Camera di Commercio delle Marche ha approvato un bando per imprese digitali (in regime di aiuti “de minimis”) per la concessione di contributi a fondo perduto somministrato in forma di Voucher.

Ciò comprende aziende di ogni settore economico, con sede nella regione. Lo scopo è quello di promuovere l’utilizzo da parte delle stesse di servizi e/o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0.

CHI PUO’ ACCEDERE AL VOUCHER IMPERESE DIGITALI

Sono destinatarie del Bando le micro, piccole o medie imprese (MPMI) di ogni settore economico con sede nella regione Marche.

Non possono presentare domanda le imprese che siano già risultate beneficiarie dei contributi previsti dal bando della Camera di Commercio “B2B Digital Markets 2020” e le imprese che abbiano già beneficiato dei Voucher Digitali Impresa 4.0 concessi dalla Camera di Commercio delle Marche e dalle Camere di Commercio di Ancona e Fermo negli anni dal 2017 al 2019.

AMMONTARE DEL VOUCHER E CASO IMPRESA

Le risorse stanziate sono complessivamente pari a € 300.000 e saranno destinate a finanziare l’acquisto, da parte delle MPMI, di servizi di consulenza e/o formazione e quello di beni e servizi strumentali (hardware e software) finalizzati alla implementazione di una o più delle tecnologie digitali 4.0 nel proprio business.

Nel caso di Piccole e Medie Imprese l’agevolazione è concessa nella misura del 50% delle spese totali ritenute ammissibili per la realizzazione del progetto, sino ad un importo massimo di € 3.500 per ciascuna impresa beneficiaria.

Nel caso di Micro Impresa (secondo la definizione contenuta all’allegato I al Regolamento n°651/2014 della Commissione Europea) l’agevolazione è concessa nella misura del 70% delle spese totali ritenute ammissibili, sino ad un importo massimo pari ad € 5.000 per ciascuna impresa beneficiaria.

IMPORTI AMMESSI E FORNITORI

Sono ammessi al Bando per Voucher Imprese Digitali solo quei progetti il cui costo complessivo ammissibile a contributo sia almeno pari ad € 2.500.

Si precisa che le spese per l’acquisto di beni e servizi strumentali non possono superare il limite del 50% del budget complessivo.

Fornitori di servizi e beni

L’impresa può avvalersi esclusivamente di uno o più fornitori tra quelli indicati all’ART.5 del Bando, a seconda della tipologia di intervento che si intende realizzare.

SCADENZE E INOLTRO DOMANDE PER IL VOUCHER

Le domande di ammissione possono essere presentate a partire dalle ore 9.00 del 1 dicembre 2020 e saranno ammesse sino ad esaurimento dei fondi stanziati e comunque non oltre la data del 21 dicembre 2020.

Il progetto e la relativa rendicontazione dovranno concludersi entro e non oltre il 30 aprile 2021

 

LEGGI ANCHE; Voucher Innovation Manager: 50 milioni per un nuovo Bando nel 2021