AGGIORNAMENTO DEL BANDO ISI INAIL AGRICOLTURA DEL 16/10/2020

L’INAIL ha diramato nuove ed importanti comunicazioni riguardo i bandi ISI previsti per quest’anno.

Entro dicembre 2020 la pubblicazione del bando Isi generalista 2020. Entro l’anno anche il click day del bando Isi Agricoltura 2019/2020.

È in corso di predisposizione l’Avviso ISI generalista 2020 per il finanziamento di progetti di investimento delle imprese, con modalità rapide e semplificate, per risorse complessive pari a 200 milioni di euro, come previsto dall’art. 95, co. 6 bis, d.l. 34/2020 (“Decreto Rilancio”), introdotto dalla legge di conversione n. 77 del 17 luglio 2020. Il bando, che sarà destinato a tutte le imprese con esclusione di quelle a cui è rivolto l’avviso Isi Agricoltura, sarà suddiviso in assi di finanziamento per l’erogazione di contributi a fondo perduto finalizzati alla realizzazione di progetti destinati a migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. La pubblicazione dell’Avviso pubblico è prevista entro il corrente anno.

Il 6 luglio 2020 è stato, invece, già pubblicato dall’INAIL il primo dei Bandi ISI: Agricoltura, con risorse di bilancio del 2019 e del 2020. Con esso sono stati messi a disposizione 65 milioni di euro in favore delle micro e piccole imprese per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali. Entro il 9 novembre saranno pubblicate le regole tecniche per l’inoltro della domanda online e le date dell’apertura dello sportello informatico (cosiddetto “click day”) da svolgersi entro la fine del 2020.

OBIETTIVI

ISI INAIL Agricoltura- Lo scopo è quello di incentivare micro e piccole imprese impiegate nel settore agricolo finalizzata all’acquisto di macchinari e attrezzature da lavoro le cui caratteristiche siano volte a soluzioni innovative per abbattere le emissioni inquinanti. Allo stesso tempo i nuovi macchinari scelti dovranno conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Per questi finanziamenti gli acquisti da realizzare devono soddisfare l’obiettivo del miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola in particolare mediante una riduzione dei costi di produzione, il miglioramento e la riconversione della produzione, il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

A CHI E’ RIVOLTO?

Sono destinatari dei finanziamenti le microimprese e le piccole imprese, di cui all’Allegato I del Regolamento (UE) n. 702/2014, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, come definita dall’art. 2, punto (5) del medesimo Regolamento (UE), come individuati dalla legge n. 208/2015.

QUALI PROGETTI VENGONO AMMESSI?

Sono ammissibili i progetti di acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali. Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia autonoma e per un solo asse di finanziamento.

Le risorse finanziarie destinate dall’Inail ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e su due distinti assi di finanziamento.
Lo stanziamento complessivo pari a 65 milioni di euro é così ripartito:

53 milioni di Euro, Asse di finanziamento riservato alla generalità delle imprese agricole;
12 milioni di Euro, Asse di finanziamento riservato agli imprenditori giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.
Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA nella misura del:
40% per i soggetti beneficiari dell’Asse dedicato alla generalità delle imprese agricole;
50% per i soggetti beneficiari dell’Asse dedicato agli imprenditori giovani agricoltori.

Il finanziamento massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00; il finanziamento minimo è pari a Euro 1.000,00.

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

  • 15 luglio 2020: Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda
  • 24 settembre 2020: Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda
  • Dal 25 settembre 2020: Download codici identificativi
  • Entro 7 giorni dalla chiusura della procedura informatica: regole tecniche per l’inoltro della domanda online
    e date dell’apertura dello sportello informatico
  • Entro 14 giorni dall’apertura dello sportello informatico: pubblicazione elenchi cronologici provvisori

La domanda deve essere presentata in modalità telematica e successivamente confermata attraverso l’apposita procedura telematica e con upload/caricamento della

documentazione come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.

LEGGI ANCHE: VENETO: FINANZIAMENTI COSTO ZERO E MODIFICA DEL PSR