Il Competence Center Bolognese ha pubblicato un nuovo bando che mette a disposizione ulteriori risorse – stavolta ben 1,1 milioni di euro – per le imprese italiane che intendano sviluppare progetti innovativi focalizzati su sei aree tematicheBig Data per il manufacturing; ICT per macchine e linee di produzione; Sistemi avanzati per la gestione dei processi di produzione; Security e Blockchain;  Additive & Advanced Manufacturing; Sostenibilità e responsabilità sociale.

A lanciarlo è Bi-Rex, il Competence Center con sede presso la fondazione Golinelli a Bologna.

Dopo i primi due bandi che hanno già premiato 24 idee progettuali che coinvolgono 65 imprese (di cui la metà PMI) e 10 università/centri di ricerca, il Centro di Competenza bolognese compie dunque un ulteriore passo concreto a sostegno delle imprese e del sistema produttivo italiano, in ottica Industria 4.0.

“Il lancio di questa terza call – dice Stefano Cattorini, General Director Bi-Rex – giunge a coronamento di un percorso importante: i bandi emessi ad ottobre 2019 e maggio 2020 sono stati un grande successo per il nostro Competence Center: tra tutti, Bi-Rex è stato quello che ha assegnato il cofinanziamento più cospicuo, pari a 5,4 milioni di Euro, a dimostrazione di come i bandi si configurino come attività chiave dal grande valore aggiunto, che si pone l’obiettivo di valorizzare le aziende più innovative”.

Trasversalità e capillarità sull’intero territorio nazionale sono state due caratteristiche distintive dei bandi del Competence Center. “Fino ad ora – prosegue Cattorini – siamo riusciti a coinvolgere ben 9 regioni italiane e 14 differenti filiere: obiettivo della terza call è proseguire proprio su questo percorso, fornendo una grande opportunità a tutte le aziende che considerano l’innovazione tecnologica come un processo di cruciale importanza per poter rimanere competitive sul mercato”.

Maggiori dettagli sul bando del Competence Center

Il Competence Center selezionerà le migliori idee ed iniziative di Ricerca, Sviluppo e Innovazione orientate alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni basate proprio sull’utilizzo di queste tecnologie: per ogni progetto vincitore sarà co-finanziato fino ad un massimo del 50% delle spese e per un importo massimo di co-finanziamento di 100.000 euro e non quindi fino al massimo previsto dalla normativa, che è 200.000 euro. La ratio, evidentemente, è di premiare un maggior numero di progetti.

Anche questo bando premierà progetti che prevedono una durata massima di sviluppo di 18 mesi (con possibilità di proroga motivata di ulteriori 6 mesi). La selezione avverrà in base ai principi fondanti del consorzio: innovatività, qualità e ricadute economiche del progetto sul tessuto industriale italiano, inclusività delle PMI, valorizzazione dei progetti collaborativi tra pubblico e privato (ovvero presenza in partnership di più imprese con Università organismi ed enti di ricerca) saranno considerati come principali criteri premiali nell’assegnazione delle risorse.

Le aziende interessate potranno presentare domanda esclusivamente attraverso la piattaforma on-line PICA, disponibile al seguente link dal 14 gennaio 2021, entro e non oltre le ore 14 del 16 febbraio 2021.

Affidati agli esperti di Golden Group per portare l’innovazione 4.0 all’interno della tua azienda, a condizioni super vantaggiose!