Bando Ripartenza: il comune di Lecco sostiene le MPMI

Bando Ripartenza: attività finanziabili.

Il Comune di Lecco punta a supportare le micro, piccole o medie imprese del commercio, della ristorazione, del terziario, dell’artigianato e le strutture ricettive con e senza partita IVA, comprese le società cooperative sociali, aventi sede legale e operativa a Lecco, che a causa dell’emergenza da COVID-19 e in ottemperanza alle normative, hanno dovuto sospendere la propria attività subendo una conseguente riduzione del proprio fatturato.

Chi potrà beneficiare del Bando Ripartenza.

Potranno accedere al contributo comunale le micro, piccole o medie imprese del commercio, della ristorazione, del terziario, dell’artigianato e le strutture ricettive con e senza partita IVA, comprese le società cooperative sociali, che, alla data di emanazione dell’avviso, siano titolari di un’attività risultante dall’iscrizione al registro delle imprese.
Potranno accedere al Bando Ripartenza le imprese, a pena di esclusione, che:

  • Si impegnano ad attivare progetti per favorire la ripartenza economica, occupazionale e sociale nel territorio comunale di Lecco, in collaborazione
    con almeno altri due soggetti di cui almeno 1 no profit;
  • Non abbiano ricevuto in forma singola/associata/aggregata contributi comunali, conseguenti a bandi emessi dalla Amministrazione Comunale.
    I richiedenti devono, in relazione alla loro natura giuridica, essere in possesso dei seguenti requisiti:
    – Avere la sede legale e operativa nel Comune di Lecco ed iscrizione al Registro Imprese attiva, non temporaneamente sospesa, ed effettivamente operante al momento della presentazione della domanda di contributo;
    – Non sospendere o chiudere l’attività nei 6 mesi seguenti l’erogazione del contributo a pena di restituzione di quanto ricevuto (escluso eventuali
    restrizioni COVID);
    – Essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale e assicurativa come attestato dal DURC;
    – Avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza i poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistono cause di divieto, di
    decadenza, di sospensione previste;
    – Non essere sottoposte a procedure concorsuali o di liquidazione o essere in stato di fallimento;
    – Non essere in contenzioso con il Comune di Lecco.

Per conoscere le tipologie di attività escluse dalla partecipazione al Bando Ripartenza, contatta Golden Group.

Spese ammesse.

Sono ammissibili a finanziamento le spese funzionali alla realizzazione del Progetto definite secondo queste tipologie:

  • Spese per il solo personale, assunto mediante una delle forme anche flessibili, previste dall’ordinamento, avente espressamente ad oggetto la realizzazione delle attività previste dal Progetto e di durata pari o superiore al termine di conclusione dello stesso;
  • Redazione del progetto e servizi di consulenza direttamente funzionali al progetto;
  • Noleggio di beni strumentali, quali ad es. attrezzature, hardware, macchinari, impianti, licenze d’uso per software;
  • Affitto proquota utenze dei locali della sede operativa o del luogo di esercizio prevalente delle attività previste dal Progetto e di durata pari o superiore al termine di conclusione dello stesso;
  • Spese per la comunicazione/pubblicizzazione del Progetto e dei suoi risultati;
  • Acquisto di beni o servizi funzionali al progetto.

Il contributo complessivo minimo erogabile del Bando Ripartenza è pari a euro 5.000,00, mentre quello complessivo massimo erogabile è di euro 30.000,00. Il contributo erogabile non dovrà eccedere il 75% del costo totale del progetto.

Sono ammissibili le sole spese sostenute (dimostrate da fatture quietanzate) nel corso del 2021 e comunque entro il 30 Novembre 2021 anche se l’attività si sviluppa e prosegue sul 2022.

Tempistiche di presentazione delle domande al Bando Ripartenza.

Le domande possono essere inviate entro le ore 12.00 del 30 Settembre 2021.

Per approfondimenti e news, resta aggiornato sul nostro blog.