Contributi imprese formazione, le aziende aderenti a Fondimpresa possono presentare piani formativi con l’obbiettivo di migliorare le competenze dei propri lavoratori, grazie al  “Conto Formazione” (pari al 70% dello 0,30% versato e trasferito dall’INPS a Fondimpresa).
Il Piano formativo aziendale è costituito da una o più corsi/azioni formative a favore dei lavoratori di una azienda.

Tipologia corsi ammessi su tutte le tematiche:

• corso aziendale
• voucher individuale

Modalità di svolgimento previste:
• Affiancamento – training on the job – action learning
• Frontale in presenza (aula corsi esterna o interna all’azienda)
• FAD
• Partecipazione a convegni – seminari – workshop (interni ed esterni)

Beneficiari dei contributi imprese formazione

Tutte le aziende aderenti a Fondimpresa che – a seguito di denuncia aziendale inps, ex DM10/2 nel quale è stato indicato il codice FIMA – versano al Fondo il “contributo integrativo obbligatorio dello 0,30”.

Destinatari
Impiegati, operai e quadri, dipendenti di aziende aderenti a Fondimpresa, per i quali sussista l’obbligo del contributo integrativo di cui all’art. 25 della legge n°845/1978 (cosidetto.0,30).
Ad essi vengono assimilati i lavoratori “stagionali” che vengono impiegati ciclicamente con contratto a termine per fare fronte a ricorrenti incrementi della domanda produttiva ed i lavoratori posti in cassa integrazione guadagni.
Con le modifiche al Regolamento, derivate dal nuovo Accordo interconfederale del novembre 2008, è possibile per il 2009 e 2010 presentare piani formativi che riguardino lavoratori in cig e cigs.
Inoltre è possibile coinvolgere nelle attività formative i lavoratori con contratti di apprendistato o a progetto.

Tipo di sovvenzione dei contributi imprese formazione

Il Conto Formazione è alimentato esclusivamente dai contributi versati dalle aziende aderenti che ne sono titolari. Pertanto al Conto Formazione non si applica la normativa sugli Aiuti di Stato.

Il Conto Formazione finanzia sino a 2/3 del costo complessivo delle attività. Un terzo è a carico dell’impresa, ma se la formazione è in orario di lavoro l’azienda può imputare a copertura della quota a proprio carico il costo retributivo dei lavoratori in formazione, senza un’ulteriore spesa.

Per i piani che prevedono l’utilizzo esclusivo del voucher formativo, il valore minimo dei contributi imprese formazione da parte di Fondimpresa resta pari ad almeno 800 euro, per un costo totale di piano, comprensivo della quota a carico dell’impresa, non inferiore a euro 1.200.

Con l’Avviso 4/2009 fino al 15 ottobre 2010, vengono stanziati contributi imprese formazione aggiuntivi a favore delle aziende che non raggiungono una soglia di accantonato sufficiente pari a 4.000 euro per presentare piani formativi.

A titolo esemplificativo a seguire si riporta una proiezione dei costi ammissibili dai contributi imprese formazione: per un piano formativo del valore di 15.000 euro, con le voci di spesa previste ed i relativi massimali:

Macro voci di spesa Tipologia di costi e massimali  €
  1. Erogazione della Formazione
Docenze, tutoraggio, coordinamento (anche con personale interno), eventuali attrezzature didattiche. 6.250,00
  1. Costo del personale in formazione
Da giustificare convenientemente  quale cofinanizamento a carico dell’azienda e quindi pari almeno ad un terzo del costo totale del piano (costo medio orario del personale in formazione  x  il numero di ore di frequenza registrate).  

5.000,00

  1. Attività preparatorie e di accompagnamento
Analisi dei fabbisogni e progettazione, per un importo non superiore al 10% del costo totale del piano. 1.500,00
  1. Gestione del programma
Monitoraggio, amministrazione,rendicontazione, revisore dei conti, per un importo non superiore al 15% del costo totale del piano. 2.250,00
Costo totale del piano 15.000,00
Finanziamento a carico di Fondimpresa pari a 2/3 del costo totale 10.000,00
Cofinanziamento a carico dell’Azienda pari ad 1/3 del costo totale 5.000,00

Tempistiche dei contributi imprese formazione

L’istruttoria dei Piani Formativi prende subito avvio dalla data di presentazione telematica e decorrono mediamente 30 giorni per la ricezione della comunicazione di ammissione al finanziamento e per poter quindi dare avvio alle attività.

 

Scopri di più sulle agevolazioni in Ricerca e Sviluppo.