Con la legge 311/2014, le imprese possono richiedere contributi Ricerca e Sviluppo.
Possono usufruire dei contributi per investimenti in Ricerca e Sviluppo le imprese che hanno effettuato spese relative ad attività di innovazione svolta nel corso dell’anno 2012 ed in particolare:
– ricerca di base e/o fondamentale;
– studi sperimentali, ricerca, progettazione e realizzazione di nuovi prodotti (beni o servizi) o processi produttivi;
– applicazione di metodi di produzione o di distribuzione nuovi o sensibilmente migliorato (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature e/o nel software);
– applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali dell’impresa, nell’organizzazione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne dell’impresa.

L’agevolazione consiste in un risparmio di imposta (deduzione) pari al costo del lavoro sostenuto per il personale addetto alle attività di ricerca e sviluppo.
Per le imprese l’aliquota IRAP da applicare alla base imponibile ammonta al 3,90% (media nazionale tra tutte le regioni italiane).

BENEFICIARI DEI CONTRIBUTI RICERCA E SVILUPPO

• Società di di capitali, le cooperative e le mutue assicuratrici, nonché gli enti commerciali di cui all’articolo 73 comma 1 lett.a) e b) del TUIR;
• Le S.N.C., le S.A.S. e le società ad esse equiparate (esempio: società di armamento e società di fatto);
• Le persone fisiche esercenti attività di impresa o di lavoro autonomo;
• Le società semplici e le associazioni senza personalità giuridica costituite tra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni;
• I produttori agricoli titolari di reddito agrario con un determinato volume d’affari;
• Enti privati e non commerciali;
• Le stabili organizzazioni di soggetti non residenti.

SPESE AMMISSIBILI

Rientrano nell’ambito applicativo dell’agevolazione dei contributi Ricerca e Sviluppo i costi del personale addetto all’attività di ricerca e sviluppo, a prescindere dall’inquadramento contrattuale.
In particolare, è estesa la possibilità di usufruire dell’agevolazione alle seguenti fattispecie:
– Lavoratori a progetto e amministratori (solo nell’ambito di R&S);
– Soggetti che svolgono esclusivamente ricerca e che producono e vendono servizi di ricerca e sviluppo;
– Costi del personale in ipotesi di distacco, titolarità da parte del ricercatore di borse di studio ovvero assunzione del ricercatore con contratto di collaborazione a progetto nonché occasionale (a condizione che sia individuato uno specifico obiettivo con valutazione preventiva e riscontro consuntivo del risultato conseguito).

TEMPISTICA DEI CONTRIBUTI RICERCA E SVILUPPO

Linea operativa.

 

Scopri di più sulla macro categoria Ricerca e Sviluppo.