Contributi internazionalizzazione imprese Toscana: con 8,5 mln per triennio 2017-19

Contributi internazionalizzazione imprese Toscana, definiti i nuovi indirizzi per l’accesso ai bandi che concedono agevolazioni per l’acquisto di servizi a supporto dell’export delle PMI che operano nel settore manifatturiero e servizi di sostegno della promozione sui mercati esteri di quelle del settore turistico.
L’obiettivo è incentivare:

  • Sviluppo reti commerciali
  • Partecipazione a fiere
  • Apertura sedi espositive all’estero
  • Attività di Incoming
  • Promozione

Destinatari dei bandi sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata (in quest’ultimo caso le imprese coinvolte devono essere almeno tre).
Le domande potranno perciò essere presentate da imprese in forma singola o associata in RTI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi e Società Consortili. A seconda del soggetto che partecipa al bando variano gli importi minimi e massimi degli investimenti attivabili.

Per le micro, piccole e medie imprese si va rispettivamente da un minimo di 10 mila, 12 mila 500 e 20 mila euro ad un massimo di 150 mila euro. Per i Consorzi, Società Consortili e Reti-Soggetto, da 35 mila a 400 mila euro e per RTI e Rete-Contratto dalla somma del minimo previsto per la singola impresa partner a quella del massimo, sempre previsto per la singola impresa.
La delibera stabilisce nel dettaglio anche i criteri di selezione dei progetti (valutazione, ammissibilità e premialità).

Infine questo il riparto sul bilancio pluriennale della cifra messa complessivamente a disposizione per il bando 2017 (che dovrebbe essere aperto tra fine aprile/inizio maggio): 1,5 mln di euro nel 2017, 4,5 mln nel 2018 ed i restanti 2,5 mln nel 2019.

La Regione ha proposto il primo bando a sostegno dei processi di internalizzazione nel 2007, con risorse proprie. Successivamente sono stati pubblicati altri bandi, finanziati con le risorse statali del FAS 2007-2013, nel 2009, 2011 e 2013, ottenendo un’ottima risposta dalle imprese toscane.

Tutti questi bandi erano rivolti esclusivamente alle imprese manifatturiere. I nuovi bandi finanziati con la linea d’azione 3.4.2 POR FESR 2014-2020 sono stati aperti nel 2014 (soltanto per le imprese manifatturiere) e nel 2016 (per la prima volta ammesse anche le imprese turistiche). Nel primo caso sono stati ammessi 112 progetti, coinvolte 243 imprese (in molti casi in forma aggregata) e concessi 6,9 mln di contributi. Nel secondo sono stati ammessi 163 progetti, coinvolte 317 imprese (circa la metà piccole) e concessi circa 7,5 mln di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *