A cosa serve

La Nuova Legge Sabatini sostiene gli investimenti delle piccole e medie imprese su tutto il territorio nazionale per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e altre tecnologie digitali.

A chi si rivolge

Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda:
· sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di pesca
· sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali
· non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea
· non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà
· hanno sede in uno Stato Membro purché provvedano all’apertura di una sede operativa in Italia entro il termine previsto per l’ultimazione dell’investimento

Quali vantaggi

Il contributo erogato dal Ministero dello sviluppo economico è pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75% per investimenti ordinari e del 3,575 per investimenti Industria 4.0 su un piano convenzionale di ammortamento con rate semestrali
costanti e della durata di 5 anni, di importo pari al finanziamento.

Con la legge di Bilancio 2020, a questi due contributi, sono stati aggiunti:
· la Sabatini Sud, che prevede un contributo pari al 5,5% riservato alle micro e piccole imprese che effettuano investimenti di “Industria 4.0” nelle regioni del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia);
· la Sabatini Green, che prevede un contributo ministeriale pari al 3,575%, a favore delle PMI che investono in macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica a uso produttivo, a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.

La nuova circolare (22 settembre 2020) recepisce le modifiche introdotte dal DL Semplificazioni e definisce le modalità per permettere alle imprese di beneficiare del contributo in un’unica soluzione che può essere concesso in caso di finanziamenti di importo non superiore a 200 mila euro. Tale facoltà che è concessa per le domande presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dalla data del 17 luglio 2020.

Come si accede

Lo sportello per la presentazione delle domande è sempre aperto (linea operativa).

    Il consenso può essere revocato in ogni momento scrivendo una mail a: branding@goldengroup.biz