Contributi internazionalizzazione imprese: in arrivo agevolazioni per le imprese di Bologna

contributi-fiere-internazionali

fiera-imprese-matching-2013-milano

Arriva a breve il nuovo regolamento per la concessione di contributi per progetti di internazionalizzazione delle imprese bolognesi.
La Camera di Commercio di Bologna renderà noto il regolamento entro fine mese.
Le domande andranno inviate esclusivamente in modalità telematica dal 2 maggio 2014 al 30 giugno 2014 (valutazione a sportello fino ad esaurimento delle risorse disponibili).

I contributi verranno erogati per la copertura delle seguenti spese:

– Realizzazione e stampa materiale promozionale bilingue, in lingua inglese o del Paese (o 2 Paesi confinanti) oggetto del programma, in forma cartacea o elettronica, incluso sito internet aziendale.
– Protezione del marchio internazionale e/o comunitario valide per il Paese (o 2 Paesi confinanti) oggetto del programma: spese per consulenze e per deposito e/o registrazione marchi e/o brevetti comprese le azioni ufficiali per la protezione del marchio/brevetto. Sono ammesse le spese di deposito marchi e registrazione brevetti in Italia solo se condizione necessaria per la registrazione nel paese obiettivo del progetto.
Certificazioni tecniche di prodotto valide per il Paese (o 2 Paesi confinanti) oggetto del programma (ad esempio: Gost, CCC, UL) (spese per consulenze tecniche volte all’ottenimento delle suddette certificazioni, spese per il rilascio delle certificazioni tecniche);
Partecipazione a fiere in qualità di visitatore, partecipazione a workshop, convegni, missioni imprenditoriali nel Paese (o nei 2 Paesi confinanti) oggetto del programma. Alle missioni imprenditoriali collettive organizzate da soggetti professionali pubblici o privati (es. missioni imprenditoriali ICE) la Commissione dovrà attribuire, per la costruzione della graduatoria, punteggi superiori rispetto ad altre tipologie di missioni imprenditoriali. Sono ammesse le spese per acquisto biglietto di ingresso e/o quota di partecipazione all’evento/missione imprenditoriale collettiva, spese di viaggio ed alloggio per un massimo di due rappresentanti aziendali, spese di interpretariato. Sono escluse le spese di partecipazione ad eventi fieristici in qualità di espositore.
– Realizzazione, con riferimento al Paese (o 2 Paesi confinanti) oggetto del programma, di ricerche di mercato, analisi SWOT (analisi dei punti di forza e debolezza dell’impresa e minacce ed opportunità del mercato in cui intende operare l’impresa), analisi della concorrenza, ricerche di agenti e/o di altri canali commerciali, sondaggi di prodotto. Sono ammesse le spese di consulenza per la realizzazione delle ricerche/analisi/sondaggi;
Pubblicità dell’impresa su media del Paese (o dei 2 Paesi confinanti) oggetto del programma (cartacei, radiotelevisivi, digitali, luoghi pubblici, ecc..). Sono ammesse le spese per la realizzazione di messaggi pubblicitari, le spese di trasmissione/pubblicazione/affissione del messaggio;
– Realizzazione eventi promozionali nel Paese (o nei 2 Paesi confinanti) (ad esempio: sfilate, degustazioni, dimostrazioni dei prodotti). Sono ammesse le spese per affitto sale, noleggio attrezzature, allestimenti, catering, personale di servizio, realizzazione e stampa inviti, trasporto del campionario, interpretariato, spese di viaggio ed alloggio per un massimo di due rappresentanti aziendali. Sono escluse le spese di partecipazione ad eventi fieristici in qualità di espositore.

Lo scorso anno il regolamento prevedeva per le micro, piccole e medie imprese beneficiarie un contributo pari al 50% delle spese ammissibili, con un limite massimo erogabile di € 10.000,00.

Ulteriori informazioni

@GoldenGroupBO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *