Contributi start up Lazio: nuovo fondo da 1,5 milioni di euro annui

contributi-formazione-lavoratori

Contributi start up Lazio, la Regione pubblicherà a breve un nuovo bando con una dotazione finanziaria di 1,5 milioni di euro a sostegno delle imprese innovative.

La giunta regionale, infatti, ha approvato una delibera che stabilisce le modalità e i criteri che dovranno essere seguite nella redazione di un nuovo avviso pubblico con il quale verranno concesse le risorse del “Fondo per la nascita e lo sviluppo di imprese start-up innovative”. Si tratta di un fondo da 1,5 milioni di euro annui per il triennio 2014/2016 creato con la Legge Regionale di Stabilità per il 2014 (L.R. 13/2013).

La delibera – alla redazione della quale ha collaborato la Commissione Startup della Regione Lazio – stabilisce, tra le altre cose, che l’intervento dovrà essere rivolto alle Startup Innovative che abbiano sede legale e sede operativa principale nel Lazio e che siano costituite da non più di ventiquattro mesi alla data della presentazione domanda. Inoltre, le startup interessate dovranno presentare anche una lettera d’interesse di uno o più “partner” disposti a concedere un importo almeno pari al contributo regionale (contributo che sarà a fondo perduto e di massimo 30.000 euro).

La delibera stabilisce che sono considerati “partner” dei soggetti indipendenti rispetto alle startup richiedenti e possono essere: PMI, grandi imprese, startup factories (ossia incubatori/acceleratori d’impresa), business angels, investitori professionali, incubatori universitari/centri di ricerca o portali di crowdfunding.

La delibera dispone anche che con l’avviso pubblico possono essere individuati anche uno o più luoghi di particolare interesse regionale per l’insediamento di startup e, conseguentemente, uno o più criteri di premialità per le startup che si localizzino in questi luoghi.

Inoltre, nel provvedimento si legge che sono agevolabili progetti imprenditoriali in linea con la Smart Specialisation Strategy regionale e supportati da un business plan a 2 anni. Nelle more della adozione della Smart Specialisation Strategy regionale sono agevolabili progetti di impresa nelle seguenti aree di specializzazione: Aerospazio, Scienze della Vita, Patrimonio culturale e tecnologie della cultura, Industrie creative digitali, Agrifood, Green Economy, Sicurezza.
Prossimamente la pubblicazione del bando.

Fonte: Regione Lazio 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *