Agenzia per la Coesione Territoriale: 136 milioni di euro per contrastare i fenomeni di deindustrializzazione di Lazio e Marche.

Agenzia per la Coesione Territoriale: in arrivo contributi per il contrasto della deindustrializzazione di Lazio e Marche.

In seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Dpcm del 30 novembre 2021, sono stati sbloccati i 136 milioni della legge di bilancio 2021 per il contrasto ai fenomeni di deindustrializzazione.

L’Agenzia per la Coesione Territoriale detterà termini e modalità di accesso ai contributi.

Le risorse previste dal fondo sono finalizzate a contrastare fenomeni di deindustrializzazione tramite la concessione di incentivi alle imprese manifatturiere che realizzano investimenti mirati a potenziare e riqualificare insediamenti produttivi già esistenti.

Gli incentivi devono ricomprendere almeno uno dei seguenti ambiti:

  • Iniziative per agevolare, la ristrutturazione o la realizzazione dell’immobile in cui si svolge l’attività manifatturiera;
  • L’ammodernamento e l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività industriali, incluse le innovazioni tecnologiche e quelle volte alla digitalizzazione dei processi;
  • Gli investimenti immateriali;
  • La conversione di attività produttive a significativo impatto ambientale verso modelli di maggiore sostenibilità ambientale ed economica;
  • L’avvio di nuove unità produttive.

Spese ammesse.

Sono ammissibili i costi relativi all’acquisto di macchinari, impianti, arredi, attrezzature e beni, anche immateriali, nonché opere murarie e opere impiantistiche strumentali.

I contributi saranno concessi nei limiti della dotazione finanziaria prevista sotto forma di sovvenzione a titolo di aiuti «de minimis», nel rispetto delle condizioni e degli importi previsti dal regolamento (UE) n. 1407/2013.

Le risorse sono ripartite in pari misura tra questi consorzi industriali:

  • Consorzio per lo sviluppo industriale del Lazio Meridionale;
  • Consorzio per lo sviluppo industriale del Sud Pontino;
  • Consorzio per io sviluppo industriale Roma-Latina;
  • Consorzio per lo sviluppo industriale Piceno Consind;
  • Consorzio per lo sviluppo industriale di Frosinone;
  • Consorzio per lo sviluppo industriale della Provincia di Rieti.

Soggetti beneficiari dell’agevolazione.

Potranno avere accesso agli incentivi le imprese manifatturiere già insediate nei territori comunali di competenza dei consorzi industriali, che intendono insediare nuove unità produttive nelle stesse aree.

I soggetti beneficiari dovranno, inoltre, alla data di presentazione dell’istanza, essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Essere regolarmente costituiti e iscritti nel registro delle imprese;
  2. Non essere in stato di liquidazione o di fallimento e non essere soggetti a procedura di fallimento o di concordato preventivo.

Tempistiche di presentazione delle domande.

Un decreto dell’Agenzia per la Coesione Territoriale definirà le modalità per la presentazione delle domande di accesso al contributo. L’agenzia, inoltre si occuperà dell’istruttoria, al termine della quale individuerà i beneficiari e le relative somme.

Per ulteriori dettagli contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!