Beni Strumentali 4.0: prorogata la consegna dei beni da giugno a dicembre 2022.

Beni Strumentali 4.0: prorogata la consegna dei beni da giugno a dicembre 2022.

La richiesta dei produttori di macchine di prolungare i termini di consegna dei beni strumentali ordinati entro la fine del 2021 da giugno a dicembre 2022 è stata accolta dal Ministro dello Sviluppo Economico.

Il portavoce del Ministro dello Sviluppo Economico ha diffuso una nota nella quale viene dichiarato che: “Giancarlo Giorgetti ha già dato parere favorevole all’emendamento parlamentare, che sarà votato stasera o al più tardi domani, al milleproroghe che chiede il rinvio a dicembre 2022 del termine di consegna degli impianti ordinati entro la fine del 2021″.

Lunedì 14 febbraio è avvenuta la votazione nelle commissioni congiunte Affari costituzionali e Bilancio della Camera dei Deputati. Il testo emendato andrà successivamente al voto dell’aula della Camera e poi di quella del Senato.

Per le imprese manifatturiere si tratta di una proroga fondamentale.

La richiesta, che è avanzata da Federmacchine, federazione delle imprese italiane costruttrici di beni strumentali, e da tutto il mondo dell’imprese, di allungare i termini di consegna ha come obiettivo quello di tutelare e salvaguardare i clienti dei produttori di beni strumentali, che rischiavano di subire una riduzione delle agevolazioni fiscali.

I macchinari che sono stati ordinati entro la fine dell’anno scorso godono infatti delle maggiori aliquote previste per il 2021, a patto che siano consegnati entro giugno 2022.

Giuseppe Lesce, Presidente di Federmacchine, ha dichiarato: “Nella realtà molte delle aziende produttrici di macchinari rischiano di non riuscire a rispettare i tempi ora stabili e non per propria inefficienza, ma per le condizioni del mercato“

Il MISE aveva ricevuto più volte richiesta di slittamento da parte di Federmacchine, infatti la proroga non avrebbe causato alcun aggravio sulle casse dello Stato, in quanto lo spostamento sarebbe avvenuto nello stesso anno fiscale.

Lo slittamento delle scadenze andrà ad impattare positivamente su migliaia di imprese manifatturiere clienti dei costruttori di beni strumentali.

Le imprese, se non fosse intervenuto il Governo, avrebbero subito la riduzione del beneficio fiscale sull’acquisizione dei macchinari.

Per ulteriori dettagli contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!