Finanziamenti agevolati per le imprese agricole venete colpite dall’emergenza Covid-19.

Finanziamenti agevolati per le imprese agricole venete: le attività finanziabili.

Tramite questa misura, la Regione Veneto regola l’accesso alle agevolazioni sotto forma di finanziamenti agevolati per esigenze di liquidità delle imprese colpite dall’emergenza da “Covid-19”.

Chi potrà beneficiare dei finanziamenti agevolati.

Potranno richiedere l’accesso ai finanziamenti agevolati le PMI che operano in questi settori specifici: A.01 “Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi” con esclusione di quelle individuate dai codici: 01.49.2, 01.61, 0.1.62, 0.1.7.

Possono beneficiare dell’intervento del Fondo le PMI agricole che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Aver subìto una crisi di liquidità a causa dell’emergenza da Covid-19 per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività o per altri effetti indiretti;
  • Essere regolarmente iscritte nel registro imprese istituito presso la camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio e attive alla data dell’8 marzo 2020;
  • Avere sede operativa nel territorio della Regione del Veneto alla data dell’8 marzo 2020. Tale localizzazione deve risultare dalla visura camerale;
  • Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non trovarsi in stato di liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali in corso o antecedenti la data di presentazione della domanda (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale);
  • Non soddisfare le condizioni previste dal diritto nazionale per l’apertura nei loro confronti di una procedura concorsuale per insolvenza su richiesta dei loro creditori;
  • Rispettare il criterio generale per la concessione di sovvenzioni, contributi, vantaggi economici comunque denominati;
  • Ai fini dell’ottenimento del contributo agevolato: essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi;
  • Con riferimento alla data del 31 dicembre 2019: non aver presentato sulla posizione globale di rischio esposizioni classificate come sofferenze, e non devono presentare esposizioni nei confronti del Finanziatore classificate come inadempienze probabili o scadute e/o sconfinanti deteriorate.

Tipologia di sovvenzione.

Le operazioni agevolate sono realizzate nella forma del finanziamento agevolato con provvista pubblica per un importo pari al 100% dell’operazione agevolata accompagnato da un contributo a fondo perduto finalizzato all’abbattimento dei costi del finanziamento.

Il finanziamento ha un importo minimo di 5 mila euro e un massimo di 50 mila euro, per una durata minima di 12 mesi e massima di 72.

Poichè i finanziamenti sono destinati a copertura di esigenze di liquidità, non viene richiesta alle imprese la presentazione di alcuna documentazione relativa alle spese sostenute con le somme erogate.

Cumulabilità.

Le agevolazioni previste dal presente bando sono cumulabili con altri aiuti di Stato, concessi per le medesime spese, unicamente se tale cumulo non porta al
superamento dell’intensità di aiuto o dell’importo di aiuto più elevati applicabili all’aiuto in questione in base al regolamento di riferimento.

Gli aiuti di Stato sono altresì cumulabili con le misure a carattere generale fino al raggiungimento del 100% dell’importo delle spese ammissibili.

Tempistiche di presentazione delle domande per i finanziamenti agevolati.

Le domande possono essere presentate fino al 31 Dicembre 2022.

Le domande di agevolazione possono essere presentate continuativamente, essendo l’agevolazione “a sportello”. La domanda è presentata al Gestore per il tramite dei Finanziatori convenzionati (elenco disponibile in allegato), individuati con un apposito atto della Regione.

Per conoscere tutti i bandi attivi, contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!