E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere i finanziamenti del Fondo per blockchain e  sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale. L’incentivo è stato istituito dal Mise con una dotazione iniziale di 45 milioni di euro.

Le imprese e i centri di ricerca pubblici o privati, anche in forma congiunta tra loro, potranno richiedere agevolazioni per realizzare progetti di ricerca e innovazione tecnologica legati al programma transizione 4.0. Per facilitare la predisposizione della domanda è stata inoltre prevista una fase di precompilazione che consentirà di avviare l’inserimento della documentazione sulla piattaforma online.

Beneficiari. 

I soggetti ammissibili dal fondo blockchain e sviluppo tecnologico sono le imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane e di trasporto.

Le grandi imprese sono ammissibili alle agevolazioni soltanto nell’ambito di un progetto che preveda una collaborazione effettiva con le PMI beneficiarie.

I soggetti ammissibili possono presentare anche progetti in forma congiunta, fino ad un numero massimo di cinque partecipanti per ciascun progetto.

Specifiche del contenuto. 

Il Fondo per blockchain e sviluppo tecnologico finanzia i progetti che prevedono la realizzazione di attività di “ricerca industriale”, “sviluppo sperimentale”, “innovazione dell’organizzazione” e “innovazione di processo”. Le iniziative devono essere finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, nei seguenti settori strategici prioritari:

  1. industria e manifatturiero;
  2. sistema educativo;
  3. agroalimentare;
  4. salute;
  5. ambiente ed infrastrutture;
  6. cultura e turismo;
  7. logistica e mobilità;
  8. sicurezza e tecnologie dell’informazione;
  9. aerospazio.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 2.000.000,00.

Il fondo per blockchain è concesso nella forma del contributo alla spesa nel rispetto dei limiti stabiliti dalla legge.   

Tempistiche di presentazione delle domande. 

La domanda per il fondo blockchain deve essere presentata, pena l’invalidità e l’irricevibilità, in forma esclusivamente telematica utilizzando la procedura disponibile nel sito internet di Infratel mediante la piattaforma dedicata all’iniziativa.

A partire dal 21 settembre 2022 le imprese e i centri di ricerca pubblici o privati. Inoltre è stata inoltre prevista, dal 14 settembre, una fase di precompilazione che consentirà di avviare l’inserimento della documentazione sulla piattaforma online.

Per ulteriori dettagli e per beneficiare del fondo blockchain e sviluppo tecnologico contatta Golden Group oppure resta aggiornato sul nostro blog!