Fondo perduto turismo 2022: le modalità per richiederlo.

Fondo perduto turismo 2022: come richiederlo.

Pubblicato l’avviso con le modalità per richiedere il contributo a fondo perduto e credito d’imposta per il settore turismo: entro il 21 febbraio sarà attiva la piattaforma attraverso la quale alberghi, stabilimenti balneari e altri soggetti del comparto del turismo potranno presentare domanda telematica per il riconoscimento del fondo contributo.

Il Ministero del Turismo, con avviso pubblicato il 23 dicembre 2021, ha definito le modalità di richiesta del contributo a fondo perduto.

Chi potrà beneficiare del fondo perduto turismo 2022.

L’accesso al contributo sarà consentito ai seguenti soggetti, che al momento di presentazione della domanda risultino regolarmente iscritti al registro delle imprese:

  • Imprese alberghiere;
  • Strutture che svolgono attività agrituristica (legge 96/2006);
  • Strutture ricettive all’aria aperta;
  • Imprese del comparto turistico ricreativo fieristico e congressuale compresi di stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici inclusi i parchi acquatici e faunistici.

Ogni soggetto potrà presentare una sola domanda di incentivo.

I soggetti beneficiari dovranno gestire un’attività ricettiva con un contratto regolarmente registrato da allegare obbligatoriamente alla domanda, dovranno dunque essere proprietari degli immobili oggetto di intervento nei quali sarà l’attività ricettiva o il servizio turistico.

Fondo perduto turismo 2022: caratteristiche dell’incentivo.

I beneficiari dell’incentivo potranno usufruire del credito d’imposta fino all’80% delle spese ammissibili sostenute per gli interventi realizzate a decorrere dal 7 novembre 2021 e fino al 31 dicembre 2024 e per quelli avviati dopo il 1 febbraio 2020 e non ancora conclusi, purchè le spese siano sostenute a decorrere dal 7 novembre 2021.

Agli stessi soggetti potrà essere riconosciuto, inoltre, un incentivo nella forma del contributo a fondo perduto non superiore al 50% delle spese sostenute per gli interventi realizzati dal 7 novembre 2021 e fino al 31 dicembre 2024, per un importo massimo pari a 40 mila euro.

Tipologie di intervento ammissibili:

Tra gli altri interventi ammissibili ritroviamo quelli relativi a:

  • Incremento dell’efficienza energetica;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Manutenzione straordinaria di restauro, risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia, installazione di manufatti leggeri anche prefabbricati funzionali alla realizzazione di interventi di incremento dell’efficienza energetica, delle strutture di riqualificazione antisismica, agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Realizzazione di piscine termali per i soli stabilimenti termali e l’acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento dell’attività termale;
  • Interventi di digitalizzazione;
  • Acquisto di mobili e componenti d’arredo inclusa l’illuminotecnica a condizione che l’acquisto sia funzionale almeno a uno degli interventi precedenti.

Tempistiche di presentazione delle domande:

Le imprese del settore turismo che vorranno presentano apposita domanda al Ministero, potranno farlo esclusivamente per via telematica tramite la piattaforma online, secondo le modalità definite dal Ministero, entro il 21 febbraio 2022.

Le imprese potranno registrare il profilo e presentare l’istanza entro i 30 giorni successivi all’apertura della piattaforma.

L’elenco dei beneficiari sarà pubblicato entro 60 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande dal Ministero del Turismo.

 

Per ulteriori dettagli contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!