Il Governo stanzia più di 365 milioni di euro per le imprese che operano in Sicilia con l’obiettivo di contrastare il caro-bollette.

Specifiche del contributo

Sono i due maxi-interventi per sostenere le aziende dell’Isola messe in grave difficoltà dall’aumento dei prezzi dell’energia.

«Il provvedimento – afferma il presidente della Regione – va in soccorso delle imprese siciliane che da molti mesi ormai stanno subendo il vertiginoso rialzo dei costi energetici. Un aiuto che permette di scongiurare eventuali rischi di chiusura delle attività, salvaguardando l’occupazione. Già abbiamo approvato un’analoga prima misura per gli enti locali e ne seguirà un’altra. Soprattutto, il governo regionale si sta impegnando per avviare a breve un altro imponente piano di aiuti per le famiglie».

I finanziamenti saranno suddivisi nei vari comparti dell’economia siciliana e, in particolare, 250 milioni di euro saranno riservati al dipartimento delle Attività produttive:

  • 70 milioni a quello dell’Agricoltura;
  • 45,7 milioni al dipartimento Finanze e credito.

Saranno quindi i dipartimenti regionali a predisporre concretamente le misure con le quali erogare gli aiuti alle aziende, nei rispettivi ambiti di competenza.

Infine le risorse sono state recuperate dalla riprogrammazione del Piano sviluppo e coesione 2014-2020.