Per finanza agevolata s’intende l’insieme di sovvenzioni e fonti di finanziamento pubblici utili a migliorare la competitività delle aziende, del network imprenditoriale e, più in generale, del sistema economico nel suo complesso.

Quindi per sua definizione, l’obiettivo primario della finanza agevolata e delle istituzioni promotrici dei fondi è quello di aumentare la competitività del Paese nell’ottica di supportare la crescita di nuove attività d’impresa e i relativi investimenti.

Infatti, contributi e risorse economiche stanziate dagli istituti pubblici si contraddistinguono per essere elargite a condizioni vantaggiose rispetto a quelle di mercato.

D’altro canto, per aggiudicarsi parte di questi finanziamenti, le imprese richiedenti devono essere in grado di dimostrare, attraverso un piano di investimenti solido, la capacità di poter far fronte almeno in parte alle nuove attività e al conseguente impegno economico in maniera autonoma.

Come accedere alle opportunità della finanza agevolata: i bandi 

Per accedere a contributi, finanziamenti e/o fondi pubblici è necessario che le imprese partecipino a quello che in gergo tecnico viene denominato “bando”.

Il bando è sostanzialmente un avviso attraverso il quale gli enti erogatori definiscono dettagliatamente criteri, specifiche e requisiti di accesso: questi elementi sono difatti specifici e variano da bando a bando. Entrando più nel dettaglio, i bandi e i finanziamenti vengono erogati non soltanto a livello nazionale ma anche locale, regionale e comunitario.

Di seguito viene riportata una piccola scheda informativa dei principali istituti che erogano finanza agevolata, suddivisi per area geografica di competenza:

Livello locale Camera di Commercio Bandi per le PMI più importanti della Provincia di competenza.
Livello regionale Regioni Strumenti a supporto delle PMI con sede all’interno del territorio.
Livello nazionale Governo Agevolazioni erogate dai Ministeri di competenza per il quale il bando è stato attivato (es. MISE, MIPAAF, ecc..)
Livello comunitario Commissione Europea Fondi diretti e fonti indiretti, gestiti dagli Stati Membri, a sostegno dei Paesi dell’Unione

Quindi per avere accesso alle opportunità di finanza agevolata e poter ottenere i contributi previsti è necessario rimanere costantemente aggiornati e conoscere i vari elementi che compongono un bando.

Tra questi, infatti, vi sono:

  • Gli obiettivi e le finalità per le quali il bando è stato erogato;
  • I requisiti che definiscono quali soggetti economici possono fare domanda e quali invece no;
  • Le tipologie di intervento che sono ritenute ammesse;
  • Le procedure, le scadenze e le tempistiche di partecipazione.

Per quali progetti aziendali è possibile richiedere finanziamenti?

Come si è avuto modo di spiegare nel paragrafo precedente le tipologie di finanziamento cambiano in base al bando. Va però specificato che non tutte le spese e gli investimenti di un’impresa possono essere sostenute dalla finanza agevolata.

I principali ambiti di applicazione per i quali le aziende possono richiedere i finanziamenti possono essere, ad esempio:

In conclusione, proprio per la complessità del panorama, le molteplici forme di finanziamento e i continui aggiornamenti delle normative è opportuno che le aziende che vogliono approfittare delle risorse economiche stanziate dagli istituti pubblici restino costantemente aggiornate e che si avvalgano di professionisti e consulenti del settore.

Per conoscere tutti i finanziamenti e per scoprire le fonti economiche più adeguate al sostegno degli investimenti aziendali contatta Golden Group.