La Camera di commercio di Parma ha istituito nuovi contributi a fondo perduto per diffondere tra le PMI del territorio la cultura finanziaria e l’adozione di una visione critica e integrata delle problematiche aziendali, anche ai fini della crisi di impresa. A tal fine si prevede di sostenere con contributi a fondo perduto le imprese che intendono implementare azioni di controllo economico-finanziario, gestionale e strategico dei propri processi aziendali.

Beneficiari.

Le PMI che possono accedere ai fondi stanziati dalla Camera di Commercio di Parma devono rispettare alcuni criteri precisi:

  • Micro, piccole e medie imprese;
  • Iscrizione al Registro delle Imprese;
  • Sede legale o operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Parma;
  • Essere in regola con il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali.

Specifiche del contributo.

Posso rientrare nelle spese ammissibili e per le quali quindi si può beneficiari dei contributi a fondo perduto le seguenti iniziative:

  • Check up economico-finanziario;
  • Check up organizzativo-gestionale;
  • Pianificazione strategica e Business Plan.

La prima attività si riferisce all’ intervento è diretto ad analizzare la redditività operativa e generale e lo stato di solvibilità e di solidità dell’impresa; a effettuare l’analisi storica e prospettica dell’andamento finanziario anche a fronte dell’evoluzione attesa del mercato, evidenziando le tensioni che potrebbero mettere in dubbio la continuità aziendale; a individuare gli interventi più idonei per prevenire ed eventualmente gestire situazioni di difficoltà economico-finanziaria nei rapporti con clienti, fornitori e finanziatori.

Il check up organizzativo-gestionale consiste nell’ intervento ha la finalità di controllare che vi sia coerenza fra la strategia dell’impresa e la sua struttura organizzativa e che i processi aziendali siano gestiti in maniera efficiente ed efficace, nonché di verificare la fattibilità e l’introduzione di un sistema di budgeting e controllo di gestione.

Infine per pianificazione strategica s’intende l’intervento, partendo dalla diagnosi del posizionamento strategico e dall’analisi dei dati storici, è diretto a valutare la definizione / ridefinizione delle strategie dell’impresa, con individuazione del progetto imprenditoriale e la produzione dei relativi output economico-patrimoniali-finanziari prospettici.

Per quanto riguarda invece la tipologia di intervento finanziario erogata questa sarà un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese sostenute, fino ad un massimale di 2.500 euro.

Tempistiche di presentazione delle domande.

La presentazione della domanda può avvenire a partire dal 20 settembre, mentre il termine ultimo è fissato 20 ottobre.

Per ulteriori dettagli e per beneficiare degli incentivi previsti per la pianificazione strategica aziendale contatta Golden Group oppure resta aggiornato sul nostro blog!