Oltre 51 milioni in Voucher 4.0 per la digitalizzazione delle PMI offerti da Camere di Commercio italiane per il triennio 2020-2022

PID: 100 milioni di euro l’ammontare di fondi per le imprese da somministrare in poco più di tre anni per la transizione alla digitalizzazione delle PMI e per stimolare la ripartenza post pandemia. Oa questa cifra potrebbero essere aggiunti innesti ulteriori a quelli già previsti per quest’anno.

Usando le parole del Segretario Generale Unioncamere la misura è rivolta a:

“Spingere sulla digitalizzazione delle imprese e sull’adozione delle tecnologie 4.0 porterebbe un incremento di oltre un punto e mezzo di Pil nel breve termine. Per questo è fondamentale intervenire in maniera massiccia su questo tema a sostegno della ripresa della nostra economia”.

COSA FINANZIERANNO 

  • Acquisto di beni e servizi strumentali
  • Prestazioni di consulenza e formazione incentrate su competenze e tecnologie digitali
  • I voucher potranno essere rivolti al recupero di liquidità
  • Accesso a finanziamenti a supporto di progetti di digitalizzazione delle PMI

Il tutto in attuazione del Piano Transizione 4.0.

ACCORDI CON PLAYER NAZIONALI E FUORI CONFINE

Accordi per incrementare l’utilizo di canali e-commerce a condizioni agevolate. Il bando “Top of the Pid 2020” è stato lanciato per migliorare i progetti di innovazione digitale che usufruiscono dei loro servizi, focalizzandosi in particolare sulle idee innovative che possano aiutare le imprese nella ripartenza economica e nella digitalizzazione delle PMI.

LEGGI ANCHE: ARTES 4.0: IN ARRIVO 2 MILIONI DI EURO PER IL TERZO (E ULTIMO) BANDO

LEGGI DI PIÙ SUI BANDI EUROPEI.