Sarà attiva dal 12 settembre la piattaforma per accedere al credito d’imposta caro carburante. L’iniziativa, predisposta dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, vuole supportare gli autotrasportatori e mitigare gli effetti economici dell’aumento del prezzo del gasolio a causa della guerra in Ucraina.

Beneficiari

Il contributo è rivolto alle aziende che si occupano di attività di logistica e trasporto di merci per conto di terzi e che utilizzano veicoli di massa totale pari o superiore a 7,5 tonnellate con motori diesel di categoria Euro 5 o superiore.

Specifiche del contributo

Il contributo caro carburante è pari al 28% della spesa sostenuta nel primo trimestre del 2022 per l’acquisto di gasolio – al netto dell’iva nel limite di euro 400.000,00.

Inoltre il credito d’imposta verrà assegnato nei limiti delle risorse disponibili in base all’ordine cronologico di presentazione delle istanze.

Infine la dotazione complessiva è pari a 496.845.000,00.

Tempistiche di presentazione delle domande

Il portale web per la presentazione della domanda per accedere al credito d’imposta caro carburante sarà fruibile per 30 giorni dalla data di apertura.