A partire dal 3 novembre 2022 viene attivato il nuovo incentivo Transizione digitale organismi culturali e creativi (TOCC), che definisce i dettagli relativi alla messa a disposizione di nuovi contributi a fondo perduto.

La misura ha l’obiettivo di incentivare l’innovazione e la digitalizzazione ed è promossa dal Ministero della Cultura attraverso uno specifico Avviso pubblico che imposta la scadenza per la presentazione della richiesta al 1 febbraio 2023.

Beneficiari

I principali beneficiari del TOCC sono le micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit. Nel dettaglio gli enti che potranno fare richiesta appartengono ai seguenti settori:

  • musica, audiovisivo e radio (inclusi film/cinema, televisione, videogiochi, software e multimedia);
  • moda;
  • architettura e design;
  • arti visive (inclusa fotografia);
  • spettacolo dal vivo e festival;
  • patrimonio culturale materiale e immateriale (inclusi archivi, biblioteche e musei);
  • artigianato artistico, editoria, libri e letteratura.

Specifiche del contributo

Per quanto riguarda la dotazione finanziaria messa a disposizione, questa è pari a 115 milioni di euro ed è stata accantonata a partire dai fondi stanziati all’ interno del PNRR. Inoltre le agevolazioni sono concesse esclusivamente sotto forma di contributi a fondo perduto e nella misura massima dell’80% dei costi sostenuti e, comunque, per un importo massimo pari a euro 75.000,00, ai sensi e nei limiti del Regolamento de minimis.

Più nello specifico gli interventi che possono essere finanziati grazie al TOCC sono:

  • la creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online;
  • lo sviluppo di prodotti culturali verso un nuovo pubblico (diminuzione del divario territoriale, raggiungimento categorie deboli) e verso l’estero;
  • le attività per la fruizione del proprio patrimonio attraverso piattaforme digitali e nuovi format narrativi;
  • la digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, maggiore diffusione, condivisione;
  • l’incremento del crowdsourcing e sviluppo di piattaforme open source per la realizzazione e condivisione di progetti.

I progetti possono avere un valore massimo di euro 100.000,00 e dovranno essere avviati esclusivamente dopo la presentazione della domanda.

Tempistiche di presentazione delle domande

Infine la domanda per accedere ai finanziamenti previsti all’interno del TOCC può essere presentata online dal 3 novembre 2022 attraverso il sito di Invitalia e la scadenza del termine ultimo è prevista per il primo febbraio del prossimo anno.